lunedì 7 aprile 2014

Pioggia di primavera

Sabato mattina una lieve pioggia di primavera ha impreziosito il nostro giardino. Piante e fiori sembravano adornati di tante piccole perle di vetro.










giovedì 3 aprile 2014

Ciambella al cioccolato e mou



Sicuramente non è uno dei più bei dolci che io abbiamo mai preparato, ma questa ciambella non ha velleità estetiche e bada più alla sostanza. Infatti, sotto questo aspetto un po’ rustico, si cela un'anima dolce e cioccolatosa. D’altra parte, dovevo finire in qualche modo delle barrette al mou comperate qualche tempo fa perché in offerta al supermercato. Siccome le mezze misure non sono mai state il mio forte, mi sono poi ritrovata con il frigo pieno di questi dolcetti da dover smaltire! Quindi perché non metterle in una torta? La base l’ho presa dal nuovo libro di Lorraine Pascale. La sua ricetta voleva essere light, ma io l’ho un tantino stravolta e temo che di light non rimanga più molto. Ahimè, spero che Lorraine mi perdoni !!



CIAMBELLA AL CIOCCOLATO E MOU
(ricetta tratta da “A lighter way to bake” di Lorraine Pascale e modificata da me)

275 g di farina 00
25 g di cacao amaro
1 cucchiaino di lievito per dolci
1/2  cucchiaino di bicarbonato
1 uovo
2 albumi
100 ml di latte
170 g di yogurt greco
50 ml di sciroppo d’acero
50 ml di olio di semi
200 g di barrette al cioccolato e mou tagliate a pezzetti

Preriscaldare il forno a 200°C. Imburrare e infarinare uno stampo da ciambella da 26 cm di diametro.

In una ciotola mescolare la farina, il cacao, il lievito, il bicarbonato e le barrette al cioccolato.
In una ciotola a parte sbattere leggermente l’uovo e i 2 albumi. Aggiungere quindi l’olio, lo sciroppo d’acero, lo yogurt e il latte.
Versare gli ingredienti liquidi in quelli secchi e mescolare velocemente il tempo necessario affinchè il composto sia amalgamato. Non lavorare troppo l’impasto, meno lo mescolate più il dolce resterà soffice.
Versare il tutto nello stampo e cuocere per circa 20 minuti, o finchè uno stuzzicadenti inserito nel dolce non uscirà pulito. Togliere dal forno e lasciar raffreddare. Questa ciambella dà il meglio di sé da tiepida.
 

domenica 30 marzo 2014

Istantanee dal Texas




Qualche scatto dal mio viaggio in Texas. Il tempo per girare non è stato molto ma anche nelle più sconosciute delle città texane si possono trovare cose interessanti.
Come il negozio di “Anthropologie". C’è di tutto, dall’abbigliamento, agli accessori per la cucina. Ci avrei volentieri lasciato la mia carta di credito, peccato per il poco spazio in valigia!



Non si può non andare negli States e non fermarsi in un fast food a mangiare un hamburger. Dite tutto quello che volete sulla cucina americana, ma sugli hamburger non li batte nessuno, D E L I Z I O S I!




Infine non possono mancare i dolci. Ne ho assaggiati meno di quanti volessi perché lì le porzioni sono enormi e alla fine del pasto sei talmente satollo che la voglia del dessert proprio non ti sfiora minimamente. Però un salto da Cheesecake Factory l’ho fatto comunque, per un pranzo alternativo. La mia scelta: Pecan Caramel Turtle Cheesecake:  una vera bomba, in tutti i sensi!!


Infine per l’ultimo giorno un salto da “Pie Town” per un sandwich veloce. E’ il locale che mi è piaciuto di più, quello con più carattere, con tutte le bandiere texane alle pareti. Peccato per le solite porzioni enormi che non mi hanno permesso di assaggiare anche una delle loro pie. C’era l’imbarazzo della scelta, ero tentata di prenderne una e mettermela in valigia!!






























giovedì 6 marzo 2014

Biscotti alle mandorle

















































Basta poco per fare dei biscotti da condividere con le persone che amiamo. Questi ne sono l’esempio: un po’ di farina, burro, zucchero, mandorle e il gioco è fatto. Più facili a farsi che a dirsi!

   
BISCOTTI ALLE MANDORLE
(per circa 15 biscotti)
(tratto da “Easy cakes and biscuits” di The Australian Women’s Weekly e modificata da me)

125 g di burro
55 g di zucchero
30 g di mandorle tritate
150 g di farina 00
1 e 1/2 cucchiaini di lievito per dolci
1/2 cucchiaino di sale
1/2 cucchiaino di estratto di mandorle amare (opzionale)
2 cucchiai di mandorle a lamelle

Preriscaldare il forno a 200°C. Foderare una teglia con carta oleata.
Versare nel mixer il burro e lo zucchero e frullare fino ad ottenere un composto omogeneo e spumoso. Aggiungere quindi la farina setacciata insieme al lievito, il sale, le mandorle tritate e l’estratto di mandorle amare. Frullare nuovamente finchè gli ingredienti saranno ben amalgamati. Creare delle palline ci circa 2 cm di diametro e disporle sulla teglia ben distanziate fra loro. Appiattire leggermente le palline con i rebbi di una forchetta poi cospargevi sopra le mandorle a lamelle. Infornare per circa 10 minuti o finchè i biscotti cominceranno a dorarsi. Toglierli dal forno e lasciarli raffreddare nella teglia.
 

giovedì 27 febbraio 2014

The Daring Bakers' Challenge Febbraio 2014: Beautiful Bread




Questo mese la sfida per i Daring Bakers è stata lanciata da Sawsan, del blog Chef in disguise, che ci proponeva di sfornare un pane dolce non solo buonissimo, ma anche bello a vedersi, il che non gusta mai!

Se poi questo pane è tutto sommato facile da fare e non prevede milioni di passaggi, beh, anche meglio!
Tra le due ricette suggerite da Sawsan io ho scelto quello alle spezie. La ricetta originale prevedeva di fare degli strati farciti di zucchero e cannella, ma siccome la mia dispensa trabocca di gocce di cioccolato aromatizzato, che devo smaltire in vista del prossimo viaggio negli Stati Uniti, ho pensato di stravolgere un pochino la lista degli ingredienti!

Beauty surrounded the Daring Bakers this month as our host, Sawsan, of chef in disguise, challenged us to make beautiful, filled breads. Who knew breads could look as great as they taste?






















 



PANE DOLCE AL CIOCCOLATO

46 ml di acqua tiepida
141 ml di latte tiepido
158 g di pasta madre
50 g di zucchero
345 g di farina 0
1/2 cucchiaino di sale
1/4 di cucchiaino di cardamomo in polvere
60 g di burro morbido

Per la farcitura:

50 g di burro fuso
3 grosse manciate di gocce di cioccolato aromatizzate alla cannella
2 grosse manciate di gocce di cioccolato fondente
Latte qb
1 cucchiaio di zucchero di canna

Nella ciotola della planetaria far sciogliere la pasta madre con il latte e l’acqua. Aggiungere quindi l’uovo sbattuto e lo zucchero. Mescolare bene.
Aggiungere poi la farina, il cardamomo e il sale e impastare finchè non si otterrà un impasto liscio ed elastico. A questo punto aggiungere il burro a piccoli pezzetti e impastare finchè il tutto non sarà ben incordato.
Formare una palla, metterla in una ciotola leggermente unta d’olio e lasciar raddoppiare di volume.
A questo punto dividere l’impasto in 4 parti. Stendere ciascuna parte formando 4 dischi di circa 20 cm di diametro. Spennellare un disco con il burro fuso e cospargervi metà delle gocce di cioccolata alla cannella. Coprire con un altro disco di impasto e spennellarlo con il burro. Cospargervi quindi le gocce di cioccolato fondente. Coprire con il terzo disco, spennellare di nuovo e distribuire sulla superficie le restanti gocce alla cannella. Coprire con l’ultimo disco e spennellare col burro. A questo punto tagliare in 8 spicchi e per ciascun spicchio praticare un taglio verticale a metà del triangolo, lasciando però circa 2 cm sia dal vertice superiore che dalla base. Allargare il taglio così ottenuto, sollevare il vertice superiore e farlo passare attraverso il taglio facendolo poi fuoriuscire (per maggiori dettagli guarda la ricetta di Sawsan, fotografata passo per passo).
Disporre poi i triangoli vicini fra loro in una teglia foderata di carta forno. Prendere poi i due vertici alla base e unirli tra loro. Lasciar lievitare per un’altra ora.
Preriscaldare il forno a 240°C.
Spennellare il pane con il latte e cospargervi sopra il cucchiaio di zucchero di canna.
Infornare e dopo 5 minuti abbassare la temperatura a 200°C e cuocere per altri 20 minuti, o finchè il pane sarà ben dorato in superficie. Togliere dal forno e lasciar raffreddare.
 

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails