domenica 27 maggio 2012

Daring Bakers' Challenge Maggio 2012: Challah

(English version below)

Questo mese la sfida della Daring Kitchen ci ha permesso di conoscere un dolce della tradizione ebraica. Lo Challah e un pane che viene consumato durante lo shabbat e le feste. Documentandomi un po’ su internet ho appurato che tradizione vorrebbe se ne preparassero due, a memoria della doppia porzione di manna che Dio elargiva agli israeliti nel deserto alla vigilia del sabato e delle feste. Devo dire che questa forte simbologia della cucina ebraica mi ha sempre affascinato molto. Credo sia il miglior modo per mantenere sempre viva la propria storia e tradizione.

Ovviamente ringrazio Ruth, di The Crafts of Mommyhood,  per avermi dato la possibilità di conoscere questo dolce e la sua storia.

Detto questo, spero che nessuno si offenda se io di Challah ne ho fatta solo una, altrimenti ne avremmo mangiato per le prossime due settimane, e nemmeno con una forma classica. La tradizione infatti vuole che lo Challah sia a forma di treccia, a tre, quattro o sei stringhe, oppure a forma di panino tondo. A volte però in cucina bisogna improvvisare, e quando mi sono vista questa lunga treccia davanti e nessuna teglia sufficientemente lunga da poterla contenere…ho pensato che unirne gli estremi  e farne un anello non era una cattiva idea, dopotutto. In ogni caso il gusto non ne è stato sicuramente compromesso. Ne è risultato una sorta di pan brioche, che io ho arricchito con un po’ di gocce di cioccolato e gherigli di noce tritati. Davvero piacevole, ottima per la colazione o la merenda, magari spalmata con un po’ di marmellata o miele.


CHALLAH (dosi per due trecce)

360 ml di acqua tiepida
1 cucchiaio di zucchero
2 cucchiai di lievito di birra secco
120 ml di miele
1 cucchiaio di olio
4 uova grandi
1 cucchiaino e mezzo di sale
700 g di farina, più la farina necessaria per impastare
gocce di cioccolato, frutta secca, uvetta,  a piacere
1 uovo leggermente sbattuto insieme a un cucchiai di acqua, per la spennellatura finale

Nella ciotola del mixer versare 60 ml di acqua tiepida insieme al cucchiai di zucchero e al lievito.
 Lasciar agire per 5 minuti finchè non si formeranno delle bolle in superficie. Aggiungere quindi il resto dell’acqua, il miele, l’olio, le uova, il sale e la farina. Impastare finchè non si otterrà un impasto liscio e non appiccicoso, aggiungendo dell’altra farina se necessario. Impastare per circa 10 minuti, aggiungendo anche gocce di cioccolato, frutta secca o uvetta, se lo desiderate. Trasferire poi in una ciotola unta d’olio e ricoprire con un velo d’olio anche la parte superiore dell’impasto. Coprire con un canovaccio e lasciar lievitare fino al raddoppio (circa 1ora, 1 ora e mezza).
Trasferire l’impasto sulla spianatoia, sgonfiarlo delicatamente e dividerlo in 2. Con una delle due metà ricavare  3, 4 o 6 cilindri di pasta e intrecciare il pane come si preferisce (per una treccia a 4 guardare qui e qui, per quella a 6, qui e qui. Per formare invece un panino tondo vedi qui). Procedere allo stesso modo con l’altra metà dell’impasto tenuto da parte.
Trasferire le trecce sulle teglie e lasciar lievitare per un’altra mezz’ora. Nel frattempo preriscaldare il forno a 160°C.
Una volta passata la mezz’ora spennellare le trecce con l’uovo e metterle in forno a cuocere per circa 30-40 minuti o finchè non saranno ben dorate e cotte.
Sfornare e lasciar raffreddare in una grata.

Daring Bakers' Challenge Maggio 2012: Challah 

May’s Daring Bakers’ Challenge was pretty twisted – Ruth from The Crafts of Mommyhood challenged us to make challah! Using recipes from all over, and tips from “A Taste of Challah,” by Tamar Ansh, she encouraged us to bake beautifully braided breads.

CHALLAH (for two loaves)

360 ml warm water, separated
1 Tbsp.  sugar
2 Tbsp. dry active yeast
120 ml honey
1 Tbsp. oil (light colored vegetable oil, or olive oil if you prefer)
4 large eggs
1 ½ tsp. salt
700 g all-purpose (plain) flour, plus more as needed
1 egg beaten with 1 tsp. water

In mixer bowl/large mixing bowl combine ½ cup warm water, 1 Tbsp. sugar and 2 Tbsp. yeast. Allow to proof approximately 5 minutes until foamy.
To the yeast mixture add the remaining water, honey, oil, eggs, salt and 5 cups of flour. Knead (by hand or with your mixer’s dough hook) until smooth, adding flour as needed. Knead for approximately 10 minutes.
Transfer dough to a clean, oiled bowl, turn to coat or add a bit more oil on top. Cover bowl with a kitchen/tea towel. Leave to rise in a warm place until doubled, about 1 ½ hours.
Punch down the dough, divide it into two sections. Use one half to make each loaf (shaped or braided as desired). Place loaves on parchment lined or greased baking sheets, cover with a towel, allow to rise 30 minutes.
Preheat oven to 160°C/325°F.
Brush tops loaves with egg wash. (Sprinkle with seeds or toppings here if wanted.) Bake loaves 30-40 minutes until done.
Cool on wire racks.

Video Tutorial:

Videos of four strand braids:
http://s1075.photobucket.com/albums/w440/tinkrsh/challah%20braiding/?action=view&current=023.mp4
http://s1075.photobucket.com/albums/w440/tinkrsh/challah%20braiding/?action=view&current=021.mp4
Videos of six strand braids:
http://s1075.photobucket.com/albums/w440/tinkrsh/challah%20braiding/?action=view&current=035.mp4
http://s1075.photobucket.com/albums/w440/tinkrsh/challah%20braiding/?action=view&current=034.mp4
Video of four strand braided round:
http://s1075.photobucket.com/albums/w440/tinkrsh/challah%20braiding/?action=view&current=026.mp4

5 commenti:

  1. Ma che bella...quindi è dolce!Chissà perchè ero convinta fosse un semplice pane..
    E' venuta davvero bene ed è una tradizione molto speciale...non credo che qualcuno se ne risentirà,anzi,casomai il contrario,hai condiviso questa ricetta importante raccontandola in modo meraviglioso.

    RispondiElimina
  2. Bella così tonda,ti è venuta molto bene, ho provato a farla anche io ma non sono molto soddisfatta, ho avuto qualche problemino con la lievitazione, stentava a crescere. Poi ci abbiamo fatto i french toast e hanno gradito tutti. Ciao Angela

    RispondiElimina
  3. Che bella questa corona! Mi piace un sacco, dev'essere dleiziosa...e poiti è venuta perfetta! Compliemnti!

    RispondiElimina
  4. che meraviglia....ho una fameeeee

    RispondiElimina
  5. La conosco di nome ma mai mangiata ne cucinata... La tua è stupenda ed originale cosî a corona... Hai fatto bene ... È un po' la tua firma ;) brava!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails